Ho sempre pensato che il trampolino non facesse per me. Soffro di condropatia rotulea, una patologia che mi ha causato non pochi problemi e mi ha costretto a sospendere per un po’ di tempo alcune attività (sigh!) troppo impattanti sulle articolazioni delle ginocchia (una tragedia per i miei allora 23 anni, quando credevo di essere invincibile e mi allenavo 1000 ore a settimana). Grazie a un periodo di riposo forzato e a un successivo percorso di rehab fatto di esercizi specifici volti a migliorare il tono del vasto mediale e dei muscoli degli arti inferiori in generale, ho superato il problema ma da allora cerco in generale di non eccedere (cerco eheh).

Qualche giorno fa ho partecipato ad una intensa sessione di cross training organizzata da Decathlon per testare l’attrezzatura firmata Domyos appositamente studiata per rendere accessibile a tutti questa efficace e stimolante disciplina.

Dopo aver partecipato con entusiasmo al primo workshop organizzato dagli Adidas Runners presso il loro quartier generale di Milano (se vuoi saperne di più clicca QUI), non potevo perdermi la puntata n. 2: quella dedicata all’allenamento della mente. Sì, perché diciamocelo, senza la motivazione non si arriva da nessuna parte e purtroppo non è sempre facile mantenerla alta. Gli ostacoli che si incontrano durante il percorso sono tanti, nello sport come nella vita. A volte sembrano insormontabili e solo chi ci crede davvero e possiede una mente forte riesce ad andare oltre e a raggiungere il risultato.

Quando arriva la bella stagione la voglia di muoversi raddoppia: il sole regala una sensazione di benessere diffusa e ti senti in un attimo più carico e motivato. Provi ad allungare le distanze, a correre più veloce, a migliorare la tua performance insomma: la luce solare infatti, stimolando la produzione di vitamina D e di conseguenza il rilascio di endorfine, funziona come una sorta di doping naturale. Tutto fantastico, ma attenzione: il cambiamento climatico richiede qualche modifica in termini di alimentazione e integrazione. Sì, perché se fai sport sai benissimo che nutrizione e movimento vanno a braccetto: per raggiungere i tuoi obiettivi in termini di prestazione devi assolutamente fare attenzione a ciò che metti nel piatto. Se l’equilibrio dei macronutrienti è una costante da rispettare tutto l’anno, per ogni stagione ci sono però alcuni accorgimenti che aiutano a dare di più.

Sembra ieri e invece è già trascorsa una settimana dalla conclusione di RiminiWellness: una bellissima avventura che merita un post, ma soprattutto una ricca photogallery perché in questo caso le immagini raccontano più di mille parole. Tanto sudore, sorrisi, fatica, divertimento, fitfood, coccole e benessere distribuiti in 2 giorni che mi sono sembrati 100 per l’intensità e la pienezza.

Quando, un paio di settimane fa, ho messo piede per la prima volta da Natked, ho subito capito che non si trattava della solita palestra. L’ambiente minimal e allo stesso tempo caldo e accogliente, lo spogliatoio ben curato che sembra un po’ “casa”, la sala fitness predisposta esclusivamente per l’allenamento one to one e per le small classes, con il pavimento in legno su cui camminare rigorosamente scalzi (per rieducare i piedi al movimento): uno spazio decisamente innovativo insomma, non solo nell’aspetto, ma anche nell’approccio disciplinare.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Per proseguire con la navigazione del sito, è necessario acconsentire all'utilizzo dei cookie selezionando il pulsante "Accetta".