Sembra ieri e invece è già trascorsa una settimana dalla conclusione di RiminiWellness: una bellissima avventura che merita un post, ma soprattutto una ricca photogallery perché in questo caso le immagini raccontano più di mille parole. Tanto sudore, sorrisi, fatica, divertimento, fitfood, coccole e benessere distribuiti in 2 giorni che mi sono sembrati 100 per l’intensità e la pienezza.

Quando, un paio di settimane fa, ho messo piede per la prima volta da Natked, ho subito capito che non si trattava della solita palestra. L’ambiente minimal e allo stesso tempo caldo e accogliente, lo spogliatoio ben curato che sembra un po’ “casa”, la sala fitness predisposta esclusivamente per l’allenamento one to one e per le small classes, con il pavimento in legno su cui camminare rigorosamente scalzi (per rieducare i piedi al movimento): uno spazio decisamente innovativo insomma, non solo nell’aspetto, ma anche nell’approccio disciplinare.

Conto alla rovescia per RiminiWellness modalità ON. Mancano solo 2 giorni all’evento più atteso in Italia da tutti gli appassionati di fitness e io sono "carica come una molla" (ho reso l’idea?).

In questa 4 giorni di corsi, esibizioni e masterclass a cura di Presenter di fama mondiale avrò infatti la possibilità di cimentarmi nelle nuove attività fitness proposte dalle più grandi aziende del settore, assaggiare nuovi prodotti, saltare, ballare, correre e sudare senza sosta a tempo di musica.

L’acqua è il mio elemento. Ho iniziato a nuotare all’età di tre anni e da quel momento non ho più smesso. O meglio, ci sono stati dei periodi in cui mi sono dedicata ad altro (palestra, step, spinning ecc.), ma ogni volta che ho avuto bisogno di entrare davvero in contatto con me stessa, ritrovare l’equilibrio, riflettere e isolarmi dal resto del mondo, sono tornata lì, in piscina.

Quando un’esperienza ti piace, quando ti regala energia positiva, quando ti permettere di condividere il tuo tempo con persone di valore, facendo ciò che ami, vorresti ripeterla ancora, e ancora, e ancora… Vorresti che diventasse un’abitudine, un sorta di appuntamento fisso con la libertà, utile per scacciare via lo stress, svuotare la testa e ricaricare le pile. Tutto questo per dirti che mi sono nuovamente cimentata in una running session in compagnia dei Running Motivator, quelli che ti insegnano che “se vuoi puoi”.

Camminare mi è sempre piaciuto: fin da piccola mio papà mi portava in montagna d’estate, per godere della maestosità della natura, fatta di cime elevate, prati verdissimi, ruscelli d’acqua gelida e cristallina, e poi scoiattoli, mucche e qualche cerbiatto ogni tanto. Ho ricordi felici legati ai miei primi scarponcini, allo zainetto con la merenda al sacco, ai mazzolini di fiori raccolti insieme con mia mamma ed ai giochi all’aria aperta, in alta quota.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Per proseguire con la navigazione del sito, è necessario acconsentire all'utilizzo dei cookie selezionando il pulsante "Accetta".